Napoli, smentita della società: Al-Thani mai interessato al club

Napoli, smentita totale della società: dopo le voci di ieri su un possibile interessamento al club azzurro da parte di Al-Thani arriva il commento che fuga ogni dubbio

Ssc Napoli

Napoli: era tutto un bluff? Difficile stabilire se la notizia diffusa ieri dal Daily Mail sia vera o falsa. O quantomeno appare difficile adesso provare a capire se dietro ci possa essere un fondo di verità. Quel che è certo è che oggi è arrivata puntuale la smentita del club partenopeo.

–> Leggi anche Botte a un detenuto a San Vittore: 11 tra ispettori e agenti a processo

Dalla radio ufficiale: “Voci interne confermano assenza di alcuna trattativa”

Il nome di Al-Thani rimbalzava ieri per tutta Napoli, la gente cominciava a fantasticare su acquisti milionari e campioni come Messi al San Paolo. Ma dalla voce della radio ufficiale sono stati spenti gli entusiasmo, di sicuro sotto consiglio della società. Che si ricorda, rimane in rigido silenzio stampa.

E’ il giornalista Valter De Maggio a dichiarare che da parte del Napoli non c’è nessun interesse anche perchè dall’altro lato non c’è nessuna offerta. Niente di niente in poche parole, di trattative fantomatiche per la cessione del club nessuna traccia.

Dai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli il giornalista ha così commentato la situazione:Mi sono sorpreso sulla notizia di Al-Thani. Già l’anno scorso si ipotizzava questa possibile cessione del Napoli. Di fatto è una roba stravecchia. Voci interne al Napoli mi dicono che non c’è nulla, non esiste nessuna trattativa, mai Al-Thani è stato interessato al Napoli”.

A questo punto non rimane che aspettare. Il Napoli in ogni caso aspetta di chiarire situazioni molto più complicate che chiedono una risoluzione. Tante le beghe da sistemare, possibilmente durante questa sosta.

In primis la questione calciatori dissidenti. In pratica il gruppo che ha portato avanti l’ammutinamento verso la società e il rifiuto di andare in ritiro. Delicata rimane anche la posizione di Carlo Ancelotti che dopo un anno e mezzo viene messo in discussione per mancanza di risultati e di gioco.