Una donna lombarda leghista rifiuta di affittare la casa a una ragazza perché nata a Foggia: il “non affitto ai meridionali” è ancora d’attualità.
Non affitto ai meridionali

Affittare una casa al Nord Italia può essere difficile se sei un meridionale. Quello che stiamo per raccontarvi non è accaduto nel ‘900, non è un ricordo, triste, del passato, è attualità. Quello che è successo a Deborah Prencipe, nata a Foggia.

La ragazza ha raccontato sul suo profilo Facebook di voler trovare casa in un paese della provincia di Milano e di esserci apparentemente riuscita. Infatti, la ragazza che ha mostrato a Deborah la casa sembra soddisfatta ma dopo ha cominciato a temporeggiare. Quando Deborah ha chiesto chiarezza, ecco che la madre della ragazza ha svelato che non c’era più l’intenzione di affittarle la casa e il motivo è surreale: Deborah è nata a Foggia.

Non ha avuto nemmeno importanza per la donna che la ragazza risiedesse da quando era piccola al Nord (non che questo avrebbe reso un essere umano migliore la donna): infatti lei è “razzista” e “i meridionali, neri e rom sono tutti uguali“. Delle parole irritanti, oltre ad essere di una banalità infinita.

Deborah, per testimoniare che quello che dice è vero, ha pubblicato un audio inviatole dalla donna, di cui riportiamo il link e la trascrizione:

Pubblicato da Deborah Prencipe su Giovedì 12 settembre 2019

“Guardi sinceramente quello che pensa lei non me ne frega niente, per me i meridionali sono meridionali anche nel 4000, non nel 2000, nel 4000, ragione per cui ho frenato un pochettino, per me i neri, i rom, i meridionali, sono tutti uguali, sono proprio razzista al 100% quindi di quello che pensa lei non me ne frega niente. Se vuole comprare casa se la compra, se vuole affittarsela se l’affitta, lei è qui da quando era piccola ma quello che conta è quello che c’è scritto sulla carta di identità e a me è una cosa che da lombarda, proprio di Salvini, ci tengo al 100%, quello che pensa lei mi può fare un baffo anzi 2, non è la cosa vista da lei, dal commercialista, non me l’ha detto mia figlia, si sa che lei è meridionale, non è un segreto di stato, non è una Svizzera, è una meridionale…nom stiamo qui a discutere, per me va benissimo forse sono venuta a saperlo troppo tardi, se lo sapevo prima la fermavo prima mia figlia, quello che pensa lei non me ne frega un c***o”.

A quanto pare, la svolta italiana della lega di Matteo Salvini non ha coinvolto la sua base, rimasta a quando appendevano fuori casa il cartello “non affitto ai meridionali”. Deborah chiede a Salvini di esprimersi in merito alla vicenda e sinceramente lo chiediamo anche noi, dato che in un secondo audio la signora sottolinea di nuovo il suo essere leghista.

 

Pubblicato da Deborah Prencipe su Giovedì 12 settembre 2019

T.F.

 

Facebook Comments