Ragusa, falcia 3 bambini alla guida di un Suv: arrestato

Incidente a Fiumicino, investiti una donna e il suo cane

Arrestato per omicidio stradale il conducente che ieri, in provincia di Ragusa, ha falciato alla guida di un Suv tre bambini, uno dei quali è deceduto sul colpo: era sotto l’effetto dell’alcol e della cocaina

E’ stato arrestato l’uomo al volante di un Suv che ieri sera ha falciato tre ragazzini che erano seduti sul marciapiedi davanti la porta di casa. Dei tre travolti dal Suv uno è riuscito a mettersi in salvo, un altro, invece, è deceduto sul colpo mentre il cugino dodicenne, dopo essere stato immediatamente ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Vittoria, è stato trasferito in elisoccorso a Catania. Versa in condizioni disperate: l’auto ha tranciato le gambe di entrambi i ragazzini, trascinati per metri dal Suv. Il conducente del mezzo, lanciato a folle velocità nel centro storico di Vittoria, dopo il tragico impatto si è dato alla fuga. Con lui nell’autovettura vi erano altri due occupanti che si sono spontaneamente recati dai carabinieri per denunciare che alla guida vi era una terza persona.

LEGGI ANCHE –> RAGUSA, FACEVA PROSTITUIRE LA FIGLIA 13ENNE: FERMATA LA MADRE

Ragusa, falcia 3 bambini alla guida di un Suv: arrestato. Era ubriaco e drogato

Identificato e rintracciato, il conducente, un pregiudicato vittoriese di 37 anni, è stato arrestato per omicidio stradale, reato aggravato dall’abuso di alcol e sostanze stupefacenti: all’uomo, infatti, è stato riscontrato un tasso alcolemico 4 volte superiore al limite stabilito dalla legge ed il 37enne ha poi ammesso di aver assunto cocaina. E’ accusato anche di omissione di soccorso e porto d’armi atte a offendere, nella fattispecie un manganello telescopico ed una mazza da baseball, rinvenute nella propria autovettura. Le due persone che viaggiavano con lui sono indagate per omissione di soccorso e favoreggiamento personale. Hanno giustificato la loro fuga con il timore di venire linciati dalla folla inferocita.

LEGGI ANCHE –> AGRIGENTO, 9 ARRESTI PER MAFIA