Bari, l’Università ha un nuovo rettore: Stefano Bronzini vince al ballottaggio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:55

Il docente di letteratura inglese Stefano Bronzini è il nuovo rettore dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro: la vittoria sull’altro candidato è arrivata al ballottaggio 

Bari, l'Università ha un nuovo rettore: Stefano Bronzini vince al ballottaggio
Università degli Studi di Bari Aldo Moro (Facebook, @unibait)

L’Università degli studi di Bari Aldo Moro ha oggi un nuovo rettore, il sessantenne direttore del Dipartimento di Lettere lingue arti italianistica e culture comparate dell’Università di Bari e docente di letteratura inglese Stefano Bronzini. La vittoria è arrivata al ballottaggio sull’altro candidato all’ambita pozione, il fisico e direttore del dipartimento di fisica Roberto Bellotti.

Il nuovo rettore prenderà il posto di Antonio Uricchio. Bronzini ha già fatto parte del senato accademico dal 2005 al 2011, e sin dall’anno 2013 è all’interno del Consiglio di amministrazione dell’ateneo della città di Bari.

A votare è stato l’81,78 % degli aventi diritto, che ha espresso la propria preferenza e il nuovo rettore è riuscito ad ottenerne la maggioranza.

LEGGI ANCHE –> NUOVO CASO DI PUNTURA DI UN RAGNO VIOLINO: COME AGIRE IN CASI COME QUESTO

Stefano Bronzini nuovo rettore dell’Università di Bari: ieri la proclamazione di Vincenzo Loia come nuovo rettore dell’università di Salerno

L’Università degli Studi di bari Aldo Moro ha dunque un nuovo rettore, il docente di letteratura inglese Stefano Bronzini che, al ballottaggio, ha battuto il candidato rivale Roberto Bellotti.

Ieri, anche l’università di Salerno ha festeggiato l’arrivo di un nuovo rettore, il direttore del dipartimento di scienze aziendali dell’Unisa Vincenzo Loia, che ha battuto il candidato Maurizio Sibilio, direttore di scienze motorie.

Loia ha preso il posto del rettore uscente Aurelio Tommasetti che aveva indicato e sostenuto proprio la candidatura di Loia e che si è detto “Orgoglioso di lasciare l’ateneo in mani sicure”, aggiungendo di essere certo che l’Ateneo, con la vittoria di Loia, continuerà il proprio percorso di crescita e ad accrescere la reputazione.

La votazione ha stabilito che il vincitore ha ottenuto 593 preferenze rispetto alle 501 dell’altro candidato Sibilio;