Siberia: ritrovata una grossa testa di lupo del Pleistocene
Siberia Fonte: Flickr (Jim Linwood)

In Siberia, sotto i blocchi di ghiaccio, è stata ritovata una grossa testa di lupo: il reperto risale al Pleistocene, circa 40.000 anni fa, ed è in ottimo stato

Sotti i blocchi di ghiaccio della Siberia è stata ritrovata una grossa testa di lupo risalente all’epoca Pleistocenica, circa 40.000 anni fa. Il cranio è stato ritrovato in ottime condizioni grazie al modo in cui è stato conservato.

La scoperta è stata fatta sulle rive del fiume Tirekhtyakh da un abitante del posto, Pavel Efimov, nel 2018. La notizia della sensazionale scoperta è stata riportata dal sito ‘The Siberian Times’ insieme a diverse immagini dell’animale.

Il reperto ha conservato un folto pelo e le zanne sono praticamente intatte. L’animale è stato preso da un team di scienziati giapponesi e, secondo le prime indagini, si tratta di un lupo adulto di età compresa tra i 2 e i 4 anni che ha vissuto sulla terra 40.000 anni fa. Il Museo di Storia Naturale della Svezia sta analizzando il DNA del lupo.

LEGGI ANCHE–> Entro fine anno la Terra potrebbe essere colpita da un asteroide

Siberia: ritrovata una grossa testa di lupo del Pleistocene. La dichiarazione di Albert Protopopov

In Siberia è stata ritrovata, in ottime condizioni, una grossa testa di lupo risalente all’epoca Pleistocenica: il reperto è stato preso in consegna da un team di scienziati giapponesi che, dalle prime indagini, hanno intuito che l’animale aveva tra i 2 e i 4 anni e ha svolto la sua vita sulla Terra circa 40.000 anni fa.

Secondo Albert Protopopov, ricercatore dell’Accademia delle Scienze della Repubblica di Sakha, questa è una scoperta fantastica dal momento che questi sono i primi resti di un lupo appartenente all’epoca Pleistocenica. Gli scienziati e i riceratori utilizzeranno il reperto per capire l’evoluzione del lupo dei giorni nostri.

Il professore di paleontologia presso la Scuola universitaria di medicina Jikei di Tokyo ha spiegato che nello stesso posto dove è stato ritrovato il cranio del lupo, vi era anche un piccolo leone in cui muscoli, organi e cervello in condizioni discrete. Il professore ha effettuato diverse analisi sul leone con la tomografia.

 

 

 

 

 

 

 

Facebook Comments