marte nasa nome

Il nome dei partecipanti a “Manda il tuo nome su Marte” sarà scritto su un chip e spedito sul Pianeta Rosso a bordo di un rover della Nasa

Destinazione Marte. In attesa delle prime spedizioni umane su Marte, i “marziani” più impazienti potranno spedire il proprio nome il Pianeta Rosso a bordo di un rover della Nasa che partirà nel 2020. L’iniziativa rientra nel progetto della Nasa “Manda il tuo nome su Marte”. L’agenzia spaziale statunitense lancerà nel 2020 un rover diretto su Marte che porterà con sé, scritti su un chip, i nomi di chi parteciperà all’iniziativa. Non si tratta di una novità assoluta per l’agenzia spaziale, che già nel 2018 diede la possibilità di spedire il proprio nome su Marte con la missione InSight. La Nasa prevede persino l’assegnazione di punti, ovvero le “miglia”, che permetteranno di guadagnare lo status di “assidui viaggiatori”. In questo modo, l’organizzazione statunitense spera di mantenere alto l’interesse del pubblico nei confronti delle prossime spedizioni marziane, cruciali sia per nuove scoperte che per preparare il terreno in vista dello sbarco dell’uomo.

LEGGI ANCHE —> SPACEX, LA CAPSULA CREW DRAGON È RIENTRATA: MISSIONE NASA COMPIUTA

Nasa: un biglietto virtuale per Marte con il proprio nome

L’agenzia spaziale chiama a raccolta coloro che fremono all’idea di poter raggiungere in anticipo, seppur virtualmente, il suolo marziano, invitandoli a scrivere i propri nomi che, incisi su un chip, faranno parte della missione che partirà nel 2020. Il rover che decollerà nel luglio del prossimo anno “cercherà tracce di vita passata, definirà il clima e la geologia del pianeta e raccoglierà campioni da analizzare al ritorno sulla Terra”, spiega la Nasa, che desidera che anche la gente comune possa “condividere con noi questo viaggio di esplorazione”. L’agenzia spaziale ha inoltre pensato alcuni premi simbolici per chi parteciperà all’iniziativa iscrivendosi sul sito ‘Manda il tuo nome su Marte’: oltre a ottenere la copia del biglietto virtuale con il proprio nominativo, la campagna prevede l’assegnazione di punti per diventare un “assiduo viaggiatore”, che daranno il diritto a scaricare, a seconda della soglia raggiunta, delle placche digitali corrispondenti alle missioni, da conservare in attesa del primo vero viaggio umano su Marte.

LEGGI ANCHE —> NASA: ”PRESTO TORNEREMO SULLA LUNA MA QUESTA VOLTA PER RESTARCI“

Facebook Comments