Friuli Venezia Giulia, terremoto di magnitudo 3.3

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
(Getty Images)

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrara dall’INGV, alle ore 5.14, nella zona di confine tra il Friuli e la Slovenia. Non si segnalano danni né vittime

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 5:14 al confine tra Italia e Slovenia. Secondo i rilevamenti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 12 km di profondità ed epicentro a 12 km da Gorizia. Non si segnalano danni a persone o cose. La Protezione civile ha confermato che, sulla base delle verifiche effettuate dalla sala Situazione Italia del Dipartimento, non risultano danni a persone o cose in seguito alla scossa che comunque è stata distintamente avvertita dalla popolazione.

LEGGI ANCHE –> TERREMOTO DI MAGNITUDO 3.1 AVVERTITO IN PROVINCIA DELL’AQUILA

Friuli Venezia Giulia, terremoto di magnitudo 3.3. La scossa a pochi giorni dal tragico sisma del 1976

La scossa tellurica che stamattina ha svegliato i friulani, in particolare quelli residenti nella zona di confine con la Slovenia, si è verificata a pochi giorni dal violento sisma che nel 1976 devastò il Friuli cambiando per sempre la vita della popolazione. Il 6 maggio  un sisma di magnitudo 6.5 colpì principalmente le zone di Udine e Pordenone, tanti i comuni distrutti o danneggiati, quasi mille le vittime totali. I danni furono amplificati dalle condizioni del suolo, delle costruzioni quasi tutte datate e dalla posizione dei comuni coinvolti situati, nella maggior parte dei casi, su alture. Ma dopo 43 anni e 13 miliardi stanziati a favore delle popolazioni colpite la ricostruzione può definirsi completa, diversamente da altre aeree del territorio nazionale colpite da terremoti, tanto da rappresentare un modello vincente, ed esportato in tutta Italia, di gestione dell’emergenza legata ad un evento sismico e della successiva fase di ricostruzione.

LEGGI ANCHE –> TERREMOTO FILIPPINE, PALAZZI CROLLATI, MORTI E FERITI: MAGNITUDO 6.3