Nuova operazione dei carabinieri contro il clan Casamonica: 23 arresti  tra cui 7 donne che avevano preso il posto dei mariti nella guida del clan

Nuovo blitz dei carabinieri contro presunti affiliati al clan Casamonica. I militari del Comando Provinciale di Roma, coadiuvati da unità cinofile e con il supporto di un elicottero dell’Arma e del personale dell’8° Reggimento “Lazio”,  hanno eseguito 23 misure cautelari, emesse dal gip di Roma su richiesta della locale Procura, nei confronti di appartenenti alle famiglie Casamonica, Spada e Di Silvio, tra cui 7 donne. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di estorsione, usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti. Reati in buona parte commessi con l’aggravante del metodo mafioso. Sequestrati numerosi beni nella disponibilità degli indagati.

LEGGI ANCHE –> ROMA, DROGA ED IMMIGRAZIONE: 18 ARRESTI

Roma, clan Casamonica: 23 arresti. Salvini: ” Nessuna tregua ai criminali “

Il blitz di oggi altro non è che il secondo tempo dell’operazione denominata “Gramigna” che 9 mesi fa ha decapitato il clan dei Casamonica mandando dietro le sbarre 37 suoi affiliati. Nel frattempo, con i rispettivi consorti in galera, le mogli hanno scalato le gerarchie all’interno del clan sostituendosi ai mariti nella gestione degli affari criminali. Immediato il plauso alle forze dell’ordine ed ai magistrati del Ministro dell’Interno Salvini: ” Grazie alle forze dell’ordine e agli inquirenti, nessuna tregua ai criminali. Presto sarò ad Anzio per restituire una villetta confiscata ai cittadini “. Anche la prima cittadina capitolina Virginia Raggi ha ringraziato, a nome di tutta la città, i carabinieri  e  magistrati impegnati nel blitz, che ha definito di ripristino della legalità, rimarcando che ” la reazione dello Stato c’è “.

LEGGI ANCHE –> AUTO DI SOSTA DI VIRGINIA RAGGI IN DIVIETO DI SOSTA: E’ POLEMICA

Facebook Comments