Ancona, incidente sulla piattaforma Eni: due feriti e un disperso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:05
Ancona, incidente sulla piattaforma Eni: due feriti e un disperso
Incidente piattaforma Eni (foto da: Twitter, Aeronautica Militare)

Stamattina si è verificato un incidente sulla piattaforma Eni ‘Barbara f’, a circa 60 chilometri al largo di Ancona: il bilancio vede due persone ferite e un disperso

Questa mattina, alle 7.45 circa, sulla piattaforma Eni ‘Barbara f‘, a circa 60 chilometri al largo di Ancona si è verificato un incidente.

Stando alle prime ricostruzioni fornite da Eni, gestore dell’impianto, la gru che stava effettuando delle operazioni di carico si sarebbe staccata dalla struttura finendo in mare. Nella caduta, la gru ha colpito l’imbarcazione di rifornimento e le due persone a bordo sono rimaste ferite. Risulta invece disperso l’operatore della gru caduta in acqua.

L’incidente è avvenuto intorno alle 7.45 in acque internazionali. Durante le operazioni di trasbordo di un bombolone di azoto, si è verificato il cedimento strutturale delle infrastrutture su cui era installata la gru di sollevamento, con la conseguente caduta in mare della gru e della relativa cabina di comando, all’interno della quale era il dipendente Eni che attualmente risulta disperso.

LEGGI ANCHE –> REGGIO CALABRIA, TRE ARRESTI PER SFRUTTAMENTO BRACCIANTI STRANIERI

Due feriti nell’incidente sulla piattaforma Eni ad Ancora: si cerca l’uomo disperso

Le due persone rimasta ferite nell’incidente verificatosi questa mattina sulla piattaforma Eni ‘Barbara f‘, ad Ancona, sono stati trasportati d’urgenza presso l’ospedale Torrette di Ancona con l’elicottero dell’Eni sul quale erano stati imbarcati medici del 118.

Si tratterebbe di due operatori della società Bambini di Ravenna, uno di 53 e uno di 48 anni.

Per quanto concerne l’uomo disperso, un dipendente Eni di 63 anni, le ricerche sono condotte da tre sommozzatori dei vigili del fuoco di Ancona. Le comunicazioni però risultano essere piuttosto difficili, si apprende dai vigili del fuoco. I sommozzatori sono stati accompagnati sul posto dai mezzi della capitaneria di porto del capoluogo marchigiano.

LEGGI ANCHE –> CAMORRA, 18 ARRESTI NEL CASERTANO

Al momento la gru e la cabina sono sostenute dai cavi di tenuta della piattaforma e sommerse a circa 30 metri di profondità.

Il timore è che il gruista disperso possa essere rimasto incastrato proprio nella cabina sott’acqua. Sul posto sono presenti anche motovedette della Guardia Costiera partite dal porto di Ancona.