spread
Perché lo spread sale e scende

Che cos’è lo spread? Spiegazione e video

Il termine Spread è una parole inglese che significaallargamento o differenziale” e si riferisce ad un numero che viene utilizzato in ambito finanziario per calcolare la differenza di rendimento tra un obbligazione ed un’altra presa come riferimento.
Spieghiamo prima cos’è un obbligazione: “un obbligazione o Bond in inglese è un titolo di debito, cioè una promessa ufficiale di restituzione di un prestito più interessi. Un esempio di obbligazione di questo tipo sono i titoli di stato come i buoni del tesoro o comunemente chiamati con la sigla BTP che lo stato italiano emette quando ha bisogno di soldi”.
Facciamo un esempio concreto: “Quando l’Italia ha bisogno di denaro, invece di andare in banca a chiedere un prestito come faremmo noi, emette dei titoli di debito come i BTP che vende poi agli investitori promettendo loro in cambio un interesse annuo. Le obbligazioni prima della loro scadenza possono essere scambiati liberamente nel mercato secondario dove gli operatori finanziari come banche e fondi di investimento ma anche semplici cittadini, possono vendere o acquistare titoli a prezzi di mercato. Come succederebbe per qualunque altro prodotto, il prezzo di un titolo verrà determinato dall’incontro fra domanda e offerta. Il prezzo a cui questi titoli vengono acquistati sul mercato secondario e gli interessi che guadagnerà chi li compra determinano il rendimento. Più il rendimento è alto, più il titolo di stato è rischioso per chi lo compra”.

LEGGI ANCHE -> VALORE SPREAD OGGI IN TEMPO REALE | 

Quando un titolo di stato è ritenuto rischioso

“Un titolo di stato è ritenuto rischioso dal mercato quando gli investitori hanno dei dubbi sulla capacità della nazione che lo ha emesso di ripagare il proprio debito. Se la fiducia dei mercati sull’economia di una nazione è bassa, il rendimento dei titoli di stato che emette dovrà essere alto. Solo così gli investitori potranno decidere di prendersi il rischio di acquistarli, quindi la nazione che non gode della fiducia dei mercati sarà costretta ad aumentare il rendimento dei propri titoli di stato alzando la percentuale di interessi che pagherà chi li compra se vuole sperare di venderli. Questo significa che per quello stato diventerà sempre più costoso indebitarsi e che essendo costretto a pagare interessi più alti aumenterà anche il suo debito pubblico complessivo”.
Detto questo possiamo considerare in definitiva che lo spread è il risultato del confronto fra un titolo di stato considerato rischioso ed un altro considerato affidabile.

Fonte Youtube: “Te lo spiego”

 

Facebook Comments