Morta suicida la campionessa Maura Viceconte. Deceduta a 51 anni per voler suo è stata campionessa nella maratona. Due mesi fa aveva presentato un film-documentario sulla sua vita
Maura Viceconte

Morta suicida la campionessa Maura Viceconte. Deceduta a 51 anni per voler suo è stata campionessa nella maratona. Due mesi fa aveva presentato un film-documentario sulla sua vita

Tragedia nel mondo dell’atletica. Maura Viceconte si è spenta a soli 51 anni. Stella della maratona azzurra, è stata grande protagonista soprattutto negli anni ’90 e nei primi anni del 2000. Nel 1998 è riuscita a conquistare la medaglia di bronzo agli Europei di Budapest mentre, nel 2000, ha partecipato alle olimpiadi di Sydney. La battaglia contro il cancro sembrava vinta ma lei ha deciso di farla finita togliendosi la vita impiccandosi. Due mesi fa Maura Viceconte aveva presentato nella sua Val Di Susa un film-documentario sulla sua straordinaria carriera di atleta, sulle 14 maratone disputate.

Morta Maura Viceconte, la battaglia contro il cancro

Maratoneta e mezzofondista, per anni ha difeso i colori azzurri a livello europeo e mondiale, riuscendo ad ottenere anche un bronzo agli Europei di Budapest del 1998 (dove conquistò anche un argento a squadre) e partecipando alle Olimpiadi di Sydney 2000, arrivando 12esima. Ancora oggi è la primatista italiana dei 10mila metri, mentre è stata primatista italiana di maratona per 12 anni consecutivi: dal 2000 al 2012. Una volta conclusa la carriera sportiva, l’atleta ha vinto la battaglia contro la malattia, un carcinoma al seno che aveva sconfitto. Uno degli ultimi appuntamenti pubblici della Viceconte è stato quello di fine 2018, quando al cineforum di Villar Dora aveva partecipato alla proiezione del film-documentario.

Facebook Comments