Bojano, Molise: un carabiniere si suicida in caserma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:29
Carabinieri Bojano Suicidio
Carabinieri

A Bojano, in Molise, un carabiniere si è sparato in caserma. Molto probabilmente si tratta di suicidio, ma gli inquirenti non escludono la pista dell’incidente

 

Un carabiniere di Bojano, in Molise, ha puntato contro di sé la pistola d’ordinanza, per poi spararsi. Questa la dinamica del suicidio, che attualmente non esclude del tutto l’ipotesi dello sparo accidentale, o comunque della non volontarietà del gesto. Il brigadiere, 55enne, avrebbe scelto un luogo ben preciso: il garage della caserma dei carabinieri della Compagnia di Bojano. Proprio lì l’hanno trovato i suoi colleghi, quando ormai non c’era più nulla da fare per scongiurare la tragedia, consumatasi oggi pomeriggio. L’arma prescelta è la sua pistola d’ordinanza, calibro nove, che ha esploso un colpo sordo prima di uccidere il carabiniere. Ora le autorità sono chiamate a far luce sulla vicenda. Soprattutto, occorrerà chiarire l’intenzionalità dello sparo, ovvero se si tratti di suicidio o di una morte involontaria.

Suicidio nella caserma di Bojano: la vittima

Si è suicidato nella caserma di Bojano, Molise, un carabiniere di 55 anni che si è sparato imbracciando la sua pistola d’ordinanza. Il brigadiere che oggi pomeriggio ha perso la vita era originario della Campania. La sua scomparsa ha suscitato lo sgomento della cittadina di Bojano, dove prestava servizio: ha lasciato la moglie e una figlia. Secondo quanto riportano i media locali, il brigadiere sarebbe andato in pensione tra pochi mesi, ad aprile. Una vita tranquilla, la sua, che mai avrebbe lasciato ipotizzare una simile tragedia: proprio per questo gli inquirenti sono chiamati ad indagare sulle cause della morte.

LEGGI ANCHE —> Alcamo, in carcere ma innocente: chiesti 60 milioni di risarcimento