Rara versione di "Dancing Days" dei Led Zeppellin suonata dagli Stone Temple Pilots
Scott Weiland, cantante Stone Temple Pilots

In rete una rara versione di “Dancing Days”, storica canzone dei Led Zeppellin suonta e cantata dagli Stone Temple Pilots dell’ormai defunto Scott Weiland

Una rara cover di “Dancing Day” dei Led Zeppelin appare sul web del noto speaker radiofonico Howard Stern. Gli Stone Temple Pilots dell’ormai scomparso Scott Weiland è la band che suona la famosa canzone. Il live risale al 1996 e fece parte di uno show. Durante il live set gli Stone Temple Pilots eseguirono questo brano dei Led Zeppelin originariamente inserito nell’album del 1973 “Houses of the Holy”. Questa versione non è mai girata in rete ne tanto meno pubblicata. Gli Stone Temple Pilots (conosciuti anche con l’acronimo STP) sono un gruppo musicale grunge statunitense, formatosi a San Diego, in California. Il nucleo storico del gruppo è composto dai fratelli Robert e Dean DeLeo (rispettivamente bassista e chitarrista), Eric Kretz (batteria) e Scott Weiland (voce).

Scott Weiland, la sua scomparsa

Il 3 dicembre 2015 l’ex frontman Scott Weiland fu trovato senza vita nel suo tour bus in Minnesota, dove si trovava per un concerto del suo gruppo, gli Scott Weiland & The Wildabouts. Il giorno dopo i componenti rimasti degli Stone Temple Pilots hanno voluto ricordare Weiland pubblicando un comunicato attraverso il proprio sito ufficiale. Weiland morì a causa di un mix di droghe ed alcol. L’anno, precedente, il carismatico frontman  venne ricoverato per l’abuso che ne faceva. Scott Weiland, con Kurt Cobain dei Nirvana, Layne Staley degli Alice in Chains e Chris Cornell dei Soundgarden fa parte di quelle grandi voci e pilastri del grunge.

 

 

Facebook Comments