Videogioco Destiny
Videogiochi

A “Destiny” tocca rivedere i suoi progetti per il futuro. Si dicono addio Bungie e Activision, dopo la partnership per la realizzazione del videogioco

 

Bungie e Activision si separano dopo la partnership per la realizzazione del videogioco Destiny: dopo l’addio, il suo futuro procederà su binari diversi. Era un matrimonio datato al 2010 e oggi arriva la notizia del suo tramonto: si tratta della collaborazione tra lo studio di sviluppo Bungie e Activision, il più noto editore statunitense per il settore dei videogiochi. A render nota la decisione è il blog di Bungie, su cui si legge che da ora in avanti lo studio pubblicherà da solo, mentre Activision “manterrà il loro focus su progetti IP di proprietà”. Il messaggio conteneva anche i dovuti ringraziamenti per la partnership nella produzione di Destiny, uno dei progetti del gaming statunitense più promettenti degli ultimi anni. Si stima un investimento di 500 milioni di dollari per la realizzazione di 4 giochi nell’arco di 10 anni.

Addio Bungie-Activision: il futuro di Destiny

Resta sostanzialmente lo stesso il futuro del videogioco Destiny dopo l’addio alla partnerhip tra Bungie e Activision. Bungie, lo studio di sviluppo, manterrà tutti i diritti del marchio e ha già rassicurato i giocatori sul fatto che il progetto di Destiny resterà pressoché intatto. Destiny2, infatti, continuerà a far parte della piattaforma “BattleNet” su pc, quindi non sussisteranno problemi di sorta per chi gioca in questa modalità. In un’ottica più lungimirante l’indipendenza di Bungie può rivelarsi molto vantaggiosa per i fan di Destiny. Lo studio, infatti, potrà assicurarsi una maggiore libertà di manovra, volta a intercettare i desideri della community. Nel frattempo da Microsoft giunge l’indiscrezione di una futura collaborazione con Xbox.

LEGGI ANCHE —> Black Mirror, arriva Bandersnatch: lo speciale natalizio sarà interattivo

Facebook Comments