Gabon, in atto un colpo di stato

Il Tenente Kelly Ondo Obiang mentre legge il comunicato alla radio (ilpost.it)

E’ in corso in Gabon un colpo di stato ai danni del Presidente Ali Bongo. Occupata dai militari la radio nazionale, al momento non si segnalano morti e feriti 

Mentre il Presidente è Ali Bongo è in un ospedale in Marocco, l’esercito, od una parte di esso, avrebbe preso il controllo del Gabon, piccolo stato dell’Africa occidentale. Alcuni militari hanno occupato la radio nazionale e bloccato le strade d’accesso alla sede dell’emittente radiofonica statale nella capitale Libreville. Secondo alcune fonti, si sarebbero uditi dei colpi da arma da fuoco nei pressi della sede della radio nazionale. Al momento non si segnalano morti e feriti. ll tenente Kelly Ondo Obiang, leader dei militari golpisti, ha letto alla radio un comunicato in cui si riferisce che un colpo di stato è in atto in quanto l’ultimo messaggio video dovrebbe dimostrato che Bongo non è più in grado di esercitare il potere.

Gabon, in atto colpo di stato contro il Presidente Ali Bongo

Pertanto i militari sarebbero quindi intervenuti per garantire la democrazia e l’integrità territoriale del Gabon. Le notizie che arrivano dal Gabon sono  tuttavia ancora frammentarie  e confuse. Secondo  l’ex primo ministro Raymond Ndong Sima, proseguono gli scontri, ma ancora non vi sono certezze sul fatto se vi sia in atto un colpo di stato o soltanto un ammutinamento di segmenti dell’esercito. La famiglia del Presidente Bongo è al potere in Gabon da cinquant’anni. Ali, 59 anni, è diventato presidente nel 2009,  alla morte del padre Omar,  è stato poi riconfermato presidente nel 2016 tra accuse di brogli sfociate in violente proteste. Adesso, approfittando delle sue precarie condizioni di salute dopo essere stato colpito da un ictus, il colpo di stato ai suoi danni che potrebbe mettere fine alla dinastia dei Bongo  in Gabon.

 

 

 

 

 

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo