Bari, assalto a portavalori sulla statale 96: rubati 2,3 milioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:31
Bari assalto portavalori
Per svaligiare il portavalori, i rapinatori hanno usato delle ruspe

Far West a Mellitto, in provincia di Bari: assalto ad un portavalori con ruspe e fucili mitragliatori. Incendiati due mezzi pesanti per ritardare i soccorsi.

Attimi di paura a Melitto, in provincia di Bari. Un furgone portavalori dell’IVRI è stato assaltato intorno alle 7.30. Il mezzo stava percorrendo la statale 96 quando un gruppo di malviventi pesantemente armati ha sbarrato la strada al veicolo in marcia appiccando il fuoco a due mezzi pesanti messi di traverso lungo la carreggiata. Una volta bloccato il mezzo, il commando ha utilizzato due ruspe per sfondare le pesanti barriere protettive del furgoni portavalori e prelevare il denaro presente all’interno. Stando alle prime stime, il bottino ammonterebbe a circa 2,3 milioni di euro. L’assalto ha mandato in tilt il traffico su tutta la statale 96: lo svincolo di Cassano è stato chiuso e le auto vengono dirottate in direzione Bari.

Bari, assalto a portavalori: la dinamica

Il gruppo armato era composto da almeno quattro persone, mascherate e equipaggiate con fucili mitragliatori. La rapidità d’esecuzione e l’armamentario impiegato nell’attacco fanno pensare ad un gruppo di professionisti. All’interno del mezzo attaccato viaggiavano tre guardie giurate che però non hanno potuto far nulla per difendere il portavalori. Fortunatamente, nessuna della guardie è rimasta ferita perché i malviventi si sono concentrati sul denaro, dandosi subito dopo alla fuga. I carabinieri di Altamura stanno ascoltando anche le testimonianze delle guardie giurate e degli automobilisti che hanno assistito alla scena per ricostruire la vicenda e cercare di risalire ai responsabili dell’assalto.