Napoli: è morta la donna sommersa dalle formiche in ospedale

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
Napoli donna formiche
Ancora un caso di malasanità a Napoli

Nel novembre scorso, fece scalpore un video della donna che giaceva su un letto invaso da formiche all’ospedale Giovanni Bosco di Napoli. Si è spenta a 70 anni.

È morta la 70enne dello Sri Lanka, Thilakawathie Dissianayake.  La donna era suo malgrado balzata agli onori delle cronache lo scorso Novembre. La figlia aveva infatti denunciato un caso di malasanità a Napoli. In un video diffuso su FB, la donna era immortalata mentre giaceva su un letto sommerso dalle formiche nel reparto di Medicina Generale dell’ospedale ‘San Giovanni Bosco’ di Napoli. La notizia fece immediatamente il giro del web. Ne scaturì anche un vero e proprio dibattito politico, con interventi del Ministro della Salute Giulia Grillo e del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Alle parole della politica hanno poi fatto seguito le indagini della magistratura, conclusesi con la sospensione (poi revocata) del primario del reparto. Fino a ieri, l’anziana era ancora ricoverata nel reparto incriminato. La figlia aveva manifestato la volontà di riportarla in patria. La paziente, in coma vigile e intubata in seguito a un ictus, non era però trasportabile ed è pertanto rimasta all’ospedale partenopeo.

Napoli, donna sommersa dalle formiche: le parole dell’avvocato

La mancanza di cure – ha spiegato il legale – ha provocato nella donna piaghe da decubito profondissime che le hanno leso la cute e la carne fino a quasi intravedere le ossa. Il 21 dicembre scorso è stata trasferita con urgenza presso il reparto di rianimazione dell’Ospedale del Mare dove è purtroppo deceduta”. L’avvocato ha inoltre presentato un’integrazione alla denuncia, chiedendo alla magistratura di sequestrare il corpo e disporre l’autopsia.