Napoli-Spal, Milik ancora titolare

Arkadiusz Milik

Si avvicina il match Napoli-Spal. Ancelotti si affida ancora una volta al suo bomber Milik, in campo, anche se diffidati, Insigne e Koulibaly

Da attaccante contestato, quasi da sbolognare alla prima occasione, a punto di forza del Napoli: è la parabola di Arkadiusz Milik, l’attaccante azzurro più prolifico, sia in termini assoluti che soprattutto nel rapporto gol/minutaggio. Un ariete  che, dopo un periodo di appannamento, ha ritrovato lo smalto dei giorni migliori, quelli prima del doppio infortunio che ne hanno inevitabilmente frenato la crescita. Con le sue prodezze tra Cagliari e Bergamo ha portato in dote alla classifica degli azzurri ben sei punti ed adesso la ghiotta occasione sciupata a Liverpool, che avrebbe regalato un’incredibile qualificazione al Napoli, è soltanto un pallido ricordo. Ciò che conta è il presente immediato che nel caso degli azzurri è il match casalingo contro la Spal, una partita in cui raccogliere l’intera posta in palio per sperare di accorciare sulla Juventus, attesa all’Allianz Stadium da una Roma che, seppur in oggettiva difficoltà, è pur sempre un avversario da prendere con le dovute cautele.

Spal-Napoli: Koulibaly ed Insigne ci saranno

D’altronde che la sfida del San Paolo sia delicata, per non vedere anzitempo lo scudetto prendere la strada per Torino, nonostante l’evidente gap tecnico  che divide il Napoli dalla compagine spallina, lo dimostrano le altre scelte di formazione di Ancelotti. Come preannunciato in conferenza stampa, sebbene siano diffidati, il tecnico di Reggiolo non rinuncerà ad Insigne ed a Koulibaly. D’altra parte, quest’ultimo condivide con l’interista Handanovic un invidiabile primato: è l’unico  calciatore di movimento del campionato italiano a non aver saltato finora neanche un minuto, ben 1980′ in campo. Per il resto della line-up scelte quasi obbligate per Ancelotti che a centrocampo, essendo out Allan per un fastidio alla schiena, si affida a Rog, Zielinski e Fabian Ruiz, con il rientrante Verdi pronto a subentrare a partita in corso.