Folle gesto a Savona, ragazza si dà fuoco: è grave.

Folle gesto Savona
Il CTO di Torino dove la ragazza è stata trasportata in gravi condizioni

La ragazza ha riportato gravi ustioni. Il folle gesto nello stesso piazzale di Savona in cui nel 2013 il padre si era tolto la vita nello stesso.

Si è data fuoco nello stesso piazzale dove cinque anni fa, nel medesimo modo,si era ucciso il padre imprenditore. La studentessa al momento è viva ma giace in gravi condizioni  perché ha riportato ustioni per oltre il 50% del corpo. L’episodio è avvenuto alle 6 di questa mattina in piazzale San Lorenzo a Vado Ligure, in provincia di Savona. A ricostruire l’accaduto un passante che ha assistito alla spaventosa scena. La ragazza si è data fuoco utilizzando un combustibile e le fiamme l’hanno avvolta in pochi attimi. L’uomo ha immediatamente allertato i sanitari ed ha cercato di soccorrere la giovane, provando a spegnere le fiamme. Immediatamente, sul posto sono arrivati un equipaggio della Croce Rossa ed i sanitari del 118. Dopo le prime cure, la ragazza è stata trasportata in codice rosso al Centro grandi ustionati del Cto di Torino.

Folle gesto a Savona: nel 2013 il padre si era ucciso nello stesso modo.

La vicenda assume un tono particolarmente drammatico perché la ragazza ha provato a togliersi la vita scegliendo lo stesso cruento metodo del padre. L’uomo, Mauro Sari, artigiano edile, aveva seri problemi di salute ed era preoccupato a causa della mancanza di lavoro. Temendo di non riuscire più a provvedere alla famiglia, nel maggio 2013, l’uomo decise di farla finita dandosi fuoco nel piazzale “dei camionisti” di Vado Ligure. Lo stesso scelto oggi dalla figlia per il suo folle gesto. Al momento, i carabinieri non hanno trovato alcun biglietto che chiarisca cosa abbia spinto la giovane e sono al vaglio tutte le ipotesi.