Schumacher sta meglio: il pilota non è più costretto a letto

Micheal Schumacher Formula1
Michael Schumacher

Secondo il ‘Daily Mail’ Michael Schumacher non è più costretto nel letto della sua casa in Svizzera: sta meglio ed è pronto ad essere trasferito in una clinica a Dallas

Michael Schumacher, stando a un’informazione comunicata al ‘Daily Mail‘, non è più costretto a letto e sta meglio. Non ci sono ancora conferme sulle sue attuali condizioni, tuttavia la notizia ha suscitato l’entusiasmo dei fan. Non solo gli appassionati di Formula1: tutto il mondo, dal 2013, si chiede come stia il celeberrimo pilota automoblistico. Cinque anni fa, infatti, Schumacher è rimasto coinvolto in un incidente di sci sulle Alpi francesi. Ferito gravemente alla testa, è stato costretto a letto negli ultimi anni, tenuto in vita grazie all’ausilio di particolari apparecchiature mediche.

Le cure che hanno aiutato finora il campione nella sua casa in Svizzera ammonterebbero a una cifra di circa 50.000 sterline a settimana. Oggi, secondo quanto riferisce il ‘Daily Mail’, Schumacher sarebbe in grado di esser trasferito in una clinica di riabilitazione a Dallas, in Texas. Il quadro clinico, dunque, appare meno critico: Schumacher, che oggi ha 49 anni, si affiderà alle cure di medici che vantano esperienza nel trattamento di lesioni celebrali.

Michael Schumacher, le informazioni di amici e parenti

La salute di Michael Schumacher è migliorata: non è più costretto al letto, secondo un’informazione giunta dal ‘Daily Mail‘.Informazioni confortanti giungono anche dal presidente della Fia ed ex team principal del pilota. In occasione di un’intervista con ‘Auto Motor und Sport’, ha infatti dichiarato di aver assistito al Gran Premio del Brasile ad Interlagos proprio insieme al suo collega e amico Schumacher. Ha quindi affermato: “Generalmente sono sempre cauto quando dico qualcosa ma è vero: ho guardato la gara insieme a Michael”. In linea con le disposizioni della moglie Corinna, queste sono le uniche informazioni che trapelano. La donna, infatti, ha sempre chiesto si rispettasse il riserbo sulla salute del marito, incontrando il rispetto di amici e parenti.