Classifica città vivibili per ‘Il Sole 24 Ore’: Milano prima, Udine cala

Milano, Galleria Vittorio Emanuele II

Secondo la classifica delle città più vivibili d’Italia stilata da ‘Il Sole 24 Ore’ Milano è la prima, seguita dalle maggiori città del Nordest. Fa eccezione Udine, che cala rispetto al 2017

Milano è prima nella classifica delle città più vivibili d’Italia de ‘Il Sole 24 Ore‘, giunta alla sua 29/ma edizione. I primi gradini sono tutti per le città del Nordest, l’unica sorpresa è il piazzamento di Udine, che cala di 14 posizioni rispetto allo scorso anno.
Ancora una volta ‘Il Sole 24 Ore’ premia il capoluogo lombardo per la qualità della vita. Sette volte su 42, infatti, Milano ha raggiunto una tra le prime tre posizioni della nota classifica. Questa, però, è la prima volta che conquista la vetta. Seguono Bolzano, in salita, e Aosta, che scende di un gradino rispetto al 2017. Le città del Nordest italiano si confermano sovrane nella classifica. Gorizia accaparra il decimo posto, Trieste il sesto e Pordenone all’ottavo, mentre sfiorano il podio Belluno e Treno che conquistano il quarto e il quinto posto. L’amara sorpresa riguarda Venezia, che passa al 24° dopo aver occupato la decima posizione lo scorso anno. La città settentrionale meno virtuosa è Rovigo, che si piazza alla 58/ma posizione.

Classifica delle città più vivibili: Milano prima, il meridione scala posizioni

Il primo posto della classifica de ‘Il Sole 24 Ore‘ delle città più vivibili d’Italia è riservato a Milano, seguita come di consueto dalla città del Nordest. Non solo Udine, però, ha qualcosa da recriminare: più giù, a Firenze e Genova, si perdono otto e dieci posizioni.
Buone notizie, invece, per alcuni capoluoghi del Sud: Roma, per esempio avanza di tre posti, piazzandosi al 21°. Ma il fiore all’occhiello della scalata meridionale è Napoli, che sale di ben 13 punti. Tra le città che migliorano ci sono anche Bari e Catania. A chiudere la fila c’è Vibo Valentia, che per la quarta volta riceve la nota di demerito da ‘Il sole 24 Ore’.