Pompei, scoperto l’affresco a “luci rosse” Leda e il cigno

Pompei Affreschi (Getty Images)

Pompei, scoperto l’affresco a “luci rosse” Leda e il cigno. Ritrovato in una grande dimora di via del Vesuvio, appartenuta probabilmente ad un ricco commerciante

Ritrovata l’ultima meraviglia di Pompei: un grande affresco raffigurante Leda, la bellissima regina di Sparta, mentre Giove il re degli dei la ingravida e pur di averla si è trasformato in cigno. La ricchezza di colori e sfumature esaltano l’altissima qualità dell’affresco, scoperto nella camera da letto di una grande casa di via del Vesuvio. Il direttore del Parco Archeologico, Massimo Osanna, lo ha definito all’ANSA “un ritrovamento eccezionale e unico“. Osanna spiega anche che il ritrovamento dell’affresco è avvenuto durante i lavori di profilatura dei fronti di scavo. Queste lavorazioni sono finanziate con fondi europei del grande progetto per la risistemazione di Pompei. L’estate scorsa fu ritrovato un Priapo nell’atto di pesarsi il fallo, immagine simile a quella molto conosciuta dell’ingresso di Villa Vetti.

Pompei, importante ritrovamento dell’affresco di Leda

Pompei (Getty Images)

Si tratta di ritrovamento di particolare importanza. La qualità del ritratto di Leda è diverso da tutti quelli fin ora ritrovati in altre case, spiega il direttore Osanna. Il riferimento al mito di Leda e il cigno è molto diffuso nella cittadina romana. Lo sguardo di Leda sembra incrociare gli occhi di chi entra nella stanza. Il ritratto si trova in una camera da letto alla quale si accedeva subito dopo aver oltrepassato le fauces con il Priapo e poi l’atrio della ricca dimora. L’affresco è stato ritrovato in una dimora appartenente ad un ricco commerciante. Per sicurezza del sito gli altri ambienti della ricca dimora non saranno messi a luce. Per mettere in salvo e al riparo gli affreschi, il direttore anticipa che si valuterà l’ipotesi di rimuoverli e spostarli in altro sito ed essere esposti al pubblico.